richMatics | La Tecnologia per Tutti

richMatics logo
richMatics | Ban Xiaomi: azienda inserita nella black list della difesa americana.

Ban Xiaomi: azienda inserita nella black list della difesa americana.

Ban Xiaomi: azienda inserita nella black list della difesa americana.
Approfondimenti Smartphone

L’ex presidente Trump mette al bando Xiaomi qualche giorno prima dell’insediamento di Biden. Il 14 Gennaio 2021 l’azienda cinese è stata inserita nella lista nera del Dipartimento della Difesa Americana.Questo darà a Xiaomi la possibilità di lavorare ancora in partnership con Google, Qualcomm e altre aziende americane a differenza del ban Huawei. Al momento infatti […]

L’ex presidente Trump mette al bando Xiaomi qualche giorno prima dell’insediamento di Biden.

Il 14 Gennaio 2021 l’azienda cinese è stata inserita nella lista nera del Dipartimento della Difesa Americana.
Questo darà a Xiaomi la possibilità di lavorare ancora in partnership con Google, Qualcomm e altre aziende americane a differenza del ban Huawei. Al momento infatti Xiaomi non risulta ancora nella Entity List.

L’accusa verso l’azienda è quella di essere coinvolta con le società militari cinesi e di aver avuto un ruolo nella violazione dei diritti umani della minoranza Uigura.

Xiaomi ha rilasciato un comunicato stampa affermando di non essere in alcun modo controllata dall’esercito cinese e di non risultare nella US NDAA Chinese Military Company (lista delle aziende cinesi militarizzate).

Xiaomi ha sempre rispettato la legge e agito in conformità con le disposizioni e i regolamenti delle giurisdizioni dei Paesi in cui svolge la propria attività. La Società ribadisce che fornisce prodotti e servizi per uso civile e commerciale. Conferma inoltre di non essere posseduta, controllata o affiliata all’esercito cinese e di non essere una “Società militare comunista cinese” come definita dal NDAA. Xiaomi intraprenderà azioni appropriate per proteggere gli interessi della Società e dei suoi azionisti e sta esaminando anche le potenziali conseguenze di questo atto per avere un quadro più completo del suo impatto sul Gruppo. Ci saranno ulteriori annunci, se e quando Xiaomi lo riterrà opportuno.

– Xiaomi su Twitter

Assieme a Xiaomi sono state inserite in questa lista anche altre 8 aziende ad essa collegate. Le principali ripercussioni di questo provvedimento sono il divieto di partecipazione finanziaria (il divieto quindi a ricevere finanziamenti) e la cessione delle quote azionarie da parte della aziende partner americane.

Il 30 Gennaio l’azienda ha presentato causa alla Corte Distrettuale del Distretto della Columbia citando in giudizio il Dipartimento di Difesa e quello del Tesoro degli Stati Uniti.
Assieme ai due dipartimenti vengono citati anche i rispettivi segretari Lloyd Austin (difesa) e Janet Yellen (tesoro).
L’azienda cinese afferma come questa messa al bando comporterà per Xiaomi imminenti perdite, gravi ed irreparabili. Nell’accusa si richiede che la messa al bando venga considerata illegale.

Il provvedimento adottato dall’ex presidente USA deriva da una legge statunitense del 1999 che impone al Dipartimento della Difesa di stilare la lista delle società possedute e controllate dall’esercito cinese, la sopracitata US NDAA (National Defense Authorization Act).
La legge in questione è rimasta inapplicata per decenni sino a quando nel 2020 il pentagono non ha iniziato a compilare la lista inserendo le prime 20 aziende (tra cui figura Huawei). Il provvedimento dell’amministrazione Trump del 14 Gennaio ha aggiunto le altre 9 aziende alla lista nera (inclusa Xiaomi).

La vicenda resta ancora sospesa in quanto la decisione dell’ex presidente entrerebbe in vigore l’11 Novembre 2021. Si attendono quindi aggiornamenti sull’esito della causa indentata da Xiaomi e sulle eventuali rettifiche del provvedimento dal neo-presidente Joe Biden.
Il ban si fa sentire e, in seguito all’inserimento nella black list militare, le azioni Xiaomi che nella prima settimana di Gennaio avevano raggiunto il massimo storico hanno registrato un calo del 12%.

America ban Huawei ban xiaomi Cina Donald Trump Huawei Huawei ban joe biden Xiaomi xiaomi ban xiaomi vs america
  • Le offerte migliori

  • Quando fai acquisti su Amazon, inizia dal pulsante qua sotto. Nessun aumento dei prezzi, da affiliato percepisco una piccola percentuale per ogni acquisto che parte da me.