Nello scorso articolo abbiamo parlato di 5G e di come la nuova generazione di rete mobile sarà in grado di aprire le porte a un’era caratterizzata dall’interconnessione di tutti i dispositivi.

E le auto non saranno da meno.

Proprio grazie all’incredibile copertura offerta dalle soluzioni di rete 5G e alle bassissime velocità di latenza, l’americana Qualcomm ha presentato al CES 2019 a Las Vegas le sue piattaforme C – V2X ovvero Veichle to Everything.

Il progetto, già in fase di sviluppo nelle principali case produttrici di veicoli tra cui Audi, Ford, Jaguar e Ducati, ha come scopo finale la realizzazione di un ecosistema stradale realizzato attraverso l’uso di processori Snapdragon studiati appositamente per questo che sfruttando la connettività a bassa latenza offerta dal 5G connettono in maniera continua pedoni (V2P, Veichle to Pedestrian), infrastrutture (V2I, Veichle to Infrastructure) , veicoli (V2V, Veichle to Veichle) e reti informative (V2N Veichle to Network).

qctech_cv2x_blog_header_final
©Qualcomm

Il sistema permetterà di ottenere informazioni sulla viabilità delle strade in tempo reale e di aumentare la sicurezza aggiornando il conducente sulle condizioni di traffico in una strada con poca visibilità (V2V), segnalando la presenza di eventuali pedoni o ciclisti dietro un incrocio (V2P), la presenza di parcheggi vicini all’utente (V2N) e segnalando zone di priorità nella vicinanza di edifici (V2I).

L’azienda ha presentato al momento tre soluzioni per la sua mobile platform. Il chip Snapdragon 602, pensato per l’assistenza del conducente, implementa il riconoscimento dei comandi vocali durante la guida, l’elaborazione delle visuali delle telecamere di bordo e introduce un hotspot veloce e continuo a bordo per garantire una connessione adeguata ai vari sevizi. Lo Snapdragon 820 si occupa dell’interconnessione dei vari dispositivi presenti a bordo, integra la connessione delle reti mobili al veicolo e un miglior funzionamento dei sensori che grazie all’intelligenza artificiale si adattano alle necessità del conducente. Infine, il chip 9150 C – V2X che come si può dedurre dal nome gestisce la tecnologia Veichle to Everything.

Ancora una volta vediamo l’importanza della rete di nuova generazione, il 5G, per lo sviluppo di una tecnologia che, essendo integrata in ogni campo, comporta multipli benefici e facilita in maniera significativa le azioni che ogni giorno compiamo.

 

Donazioni

Mantenere un sito ha i suoi costi. Dona un importo a tuo piacimento a partire da 1€ per aiutare lo staff di richMatics ad offrirti contenuti sempre migliori

€1,00

Annunci

Scritto da Richard Sulollari

Studente di informatica, 20 anni, fondatore e amministratore di richMatics. Sul sito tratto vari argomenti sulla tecnologia cercando di essere il più chiaro possibile per renderli alla portata di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.